Finissage venerdì 19 settembre ore 19,00

Istituto Italiano di Cultura Bruxelles, rue de Livourne, 38, B 1000 Bruxelles

CORRADO VENEZIANO

Non Luoghi >No Loghi

In occasione della proroga della mostra, all'Istituto Italiano di Cultura, saranno esposti nuovi lavori di Corrado Veneziano

 

Si svolgerà venerdì 19 settembre alle ore 19.00, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles (rue de Livourne, 38), il finissage della mostra Non Luoghi > No Loghi, di Corrado Veneziano.

Per l'occasione, Veneziano mostrerà in anteprima anche i suoi recentissimi lavori: incipit di opere letterarie e filosofiche sovrapposte a linee, barre e codici Isbn. Si tratta di testi costruiti su alfabeti moderni (italiano, inglese, tedesco, francese...) o classici (ebraico, greco, latino...); e di codici a barra ripresi nella loro funzione industriale e tecnologicamente avanzata. In realtà, nella sintesi pittorica di Veneziano, il risultato sembra ribaltarsi: le barre diventano linee elementari e ludiche, e le parole di Marx e Giustiniano (e altri) diventano evocazione di documenti: linguisticamente fedeli e allo stesso tempo esteticamente stranianti.

Moltissimi i visitatori (italiano, belgi, etc) della mostra, inaugurata lo scorso 9 luglio, che hanno voluto scoprire la ricerca sui codici di comunicazione di massa e sui cosiddetti "no logo": un ulteriore sviluppo del lavoro sui "non luoghi", recensito da due fra i più importanti intellettuali europei: il critico d'arte Achille Bonito Oliva e l'antropologo Marc Augè.

I quadri di Veneziano sono ora, sempre più, codici a barre evocativi di libri e di romanzi, numeri ISBN incisi sulla superficie della tela, codici QR da scannerizzare prima di un viaggio aereo, display e frecce di computer che indicano direzioni incerte e provocatoriamente allusive. Un mondo tecnologicamente avanzato e allo stesso tempo perturbante: portatore ancora, antropologicamente, di messaggi affascinanti ma irrisolti.

Uno fra i più importanti esperti viventi di cultura digitale, Derrick de Kerckhove (discepolo e continuatore del lavoro di Marshall Mc Luhan), ha voluto presentare il lavoro di Veneziano con un saggio introduttivo del nuovo, omonimo catalogo ("Non luoghi > No loghi"), disponibile al pubblico a partire dalla gironata inaugurale. E il testo (laddove viene detto che "un codice a barra è un oggetto banale, ma qui la sua messa in scena diventa un'apoteosi") così conclude: "È questa ricerca dello <sguardo di chi guarda> che mi intriga in Veneziano. L'educazione allo sguardo e dello sguardo è propria dell'arte visiva, ma pochi artisti contemporanei lo fanno deliberatamente: pittori o fotografi, scultori o registi. Veneziano chiede allo spettatore di creare il quadro con lui: per distinguere forme sfocate, per perseguire una proposta visiva ulteriore".

Dopo il finissage del 19 settembre, la mostra sarà comunque visitabile fino al 29 settembre.

 

Informazioni e orari: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 0032 (2) 25332720

Allestimento espositivo- coordinamento artistico, RAMARTE: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sylvie Renault: Direzione grafica - concept designer

Info/orariwww.iicbruxelles.esteri.it- tel. 0032 (0)2 53 32 720-Ufficio Stampa: TEOREMA, 3922984600, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.